Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In seguito alla scoperta di schede elettorali compilate dalla stessa mano, il governo glaronese ha corretto il risultato delle legislative del maggio 2010 togliendo un seggio parlamentare all'Unione Democratica di Centro (UDC) a favore del Partito liberale radicale (PLR). L'UDC intende ricorrere in giustizia.

Il Consiglio di Stato ha riferito oggi di aver deciso che nel circolo elettorale Nord i democentristi devono cedere uno dei loro otto seggi ai liberali-radicali: quello di René Brandenberger, di Mollis, passerà ad Edgar Wolf, di Niederurnen.

La composizione del Gran Consiglio è ora di 16 UDC, 13 PLR, 10 PBD, 8 PS, 7 Verdi e 6 PPD. Il riconteggio dei voti è stato ordinato dopo un ricorso di diversi elettori, che avevano espresso dubbi sulla correttezza dello spoglio. Peter Rothlin, presidente della sezione cantonale democentrista, ha detto all'ATS che il partito ricorrerà al Tribunale amministrativo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS