Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FIESCH - Sono ancora in corso i lavori di sgombero dopo il grave incidente occorso ieri nell'Alto Vallese a un convoglio della "Matterhorn Gotthard Bahn" (MGB), che ha provocato un morto e 42 feriti, di cui una dozzina gravi. La linea rimane bloccata tra Lax e Fiesch, ma dovrebbe essere riaperta al traffico già nella giornata di domani.
Le operazioni per rimuovere le tre carrozze deragliate e per riparare l'infrastruttura, ha fatto sapere un membro della direzione della compagnia ferroviaria, sono proseguite ininterrottamente. Le squadre di tecnici lavoreranno per tutta la giornata odierna e anche durante la notte.
Le cause del grave incidente non sono ancora state accertate: ieri si è parlato di una possibile deformazione dei binari a causa del forte sbalzo di temperatura, ma l'ipotesi non ha trovato riscontri.
Sull'identità dei feriti non sono state diffuse notizie precise: si sa tuttavia che a bordo delle carrozze deragliate avevano preso posto due comitive di turisti giapponesi. La vittima, secondo l'agenzia nipponica Kyodo, sarebbe una donna giapponese di 64 anni, informazione però che la polizia vallesana non è stata in grado di confermare.
I feriti sono stati ricoverati in diversi nosocomi regionali vallesani, mentre i più gravi sono stati trasferiti negli ospedali universitari di Ginevra e Losanna. A bordo del convoglio si trovavano 210 turisti: quelli che occupavano le prime tre carrozze, che non sono uscite dalle rotaie, se la sono cavata con uno spavento. Sono stati trasportati a destinazione a St. Moritz con un servizio di autopullman.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS