Navigation

Glarona: chiude dopo 186 anni Jenny Fabrics

Uno stabilimento tessile a Ziegelbrücke chiuso nel 2001 (foto d'archivio). KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2020 - 18:23
(Keystone-ATS)

Dopo 186 anni, l'azienda tessile glaronese Jenny Fabrics ha annunciato oggi la chiusura dello stabilimento per fine agosto. Per i 96 collaboratori toccati dalla misure è previsto un piano sociale.

L'annuncio odierno non è una sorpresa: il Consiglio di amministrazione dell'azienda aveva reso noto già a fine aprile la volontà di chiudere i battenti.

Come prevede la legge, le settimane seguenti sono state utilizzate per le consultazioni tra i rappresentanti dei lavoratori e la direzione. Le trattative si sono però concluse con un nulla di fatto. Le proposte delle maestranze non sono state giudicate economicamente fattibili. Da qui la decisione di chiudere l'attività, precisa una nota odierna dell'organo di sorveglianza.

Con la chiusura di questa azienda se ne va anche un pezzo della storia economica svizzera con Glarona al centro, in passato un'importante attore dell'industria tessile elvetica e non solo. Stando al Dizionario storico della Svizzera, gli Jenny sono una famiglia glaronese molto ramificata con rami a Ennenda, Sool, Schwanden, Glarona, Mitlödi, Niederurnen.

Oltre ad aver rivestito importanti cariche politiche a livello locale, gli Jenny sono stati pionieri dell'industrializzazione e co-promotori del commercio all'ingrosso nel canton Glarona.

Nel XVIII secolo gli Jenny cominciarono a lavorare nel ramo tessile fondando varie aziende. La ditta Enderlin & Jenny dal 1836 fu proprietaria di una filanda meccanica a Ziegelbrücke, dal 1851 di una tessitura a Niederurnen e di fabbriche a Triesen e a Torino (oggi Jenny Fabrics AG).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.