Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GLARONA - UDC, PBD e Verdi vincono le elezioni nel canton Glarona: i democentristi, dopo aver subito la scissione dei borghesi-democratici, tornano ad essere il partito più forte in Gran Consiglio. I liberali-radicali e popolari-democratici subiscono una batosta e anche i socialisti perdono terreno. Bassa la partecipazione, che ha di poco superato il 36%.
Il nuovo Landrat è composto di 17 UDC (-2), 12 PLR (-11), 10 PBD (+2), 8 PS (-4), 7 Verdi (+1) e 6 PPD (-6). Confronti con la situazione precedente, sebbene indicativi, vanno però fatti con le pinze, perché il parlamento è stato ridotto da 80 a 60 seggi. Inoltre i circondari elettorali sono scesi da 14 a 3, cosa che ha favorito i partiti minori. Quattro anni or sono l'UDC aveva conquistato la maggioranza relativa, ma nel corso della legislatura 8 deputati sono passati al PBD.
Le elezioni per il rinnovo del governo cantonale si erano già tenute a inizio marzo e non avevano portato a mutamenti: l'esecutivo era rimasto composto di 2 PLR, 1 PS, 1 PBD e 1 PPD. Per mancanza di candidati l'UDC aveva dovuto rinunciare a scendere in campo.

SDA-ATS