Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GLARONA - Urne aperte oggi fino a mezzogiorno a Glarona per il rinnovo del parlamento cantonale. Lo scrutinio è un nuovo banco di prova per il PBD ed è inoltre caratterizzato dalla riduzione del numero di seggi, che scendono da 80 a 60.
Nel "Landrat" - il legislativo cantonale - siedono attualmente 23 rappresentanti del PLR, 19 dell'UDC, 12 del PPD, 12 del PS, 8 ex deputati UDC che nel corso della legislatura sono passati al Partito borghese democratico (PBD) e 6 Verdi.
Assieme a Berna e ai Grigioni, Glarona è uno dei cantoni "fondatori" del PBD, nato nel 2008 in seguito all'entrata di Eveline Widmer-Schlumpf nel Consiglio federale. Nel piccolo cantone i borghesi-democratici non sono in posizione di forza, ma sono comunque riusciti a riconfermare il consigliere di Stato Robert Marti nell'elezione per il rinnovo del governo cantonale che si è tenuta a inizio marzo.
Oltre alla nascita del nuovo partito, i candidati dovranno anche fare i conti con la decisione presa nel 2008 dalla Landsgemeinde di ridurre di un quarto il numero dei seggi del parlamento. Per i vari partiti poter mantenere le proprie posizioni e ridurre le perdite in termini di seggi potrebbe già rappresentare una vittoria.

SDA-ATS