Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Gli svizzeri continuano ad essere solidali malgrado la crisi economica. La maggioranza della popolazione infatti è favorevole a proseguire l'aiuto allo sviluppo nei paesi poveri, in particolare attraverso il rafforzamento del commercio equo e la gestione delle problematiche globali.
È quanto emerge da un sondaggio rappresentativo commissionato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione e da Alliance Sud. Il 53% degli intervistati è favorevole a proseguire le attività solidali e il 30% vorrebbe addirittura aumentare gli aiuti.
Rispetto al precedente sondaggio del 2004, il sostegno a queste attività risulta in aumento dell'8%. Gli svizzeri considerano professionali gli operatori attivi nel settore. Non contestano il fatto che lo Stato si occupi di queste problematiche, ma in generale tendono a sopravvalutare nettamente l'impegno finanziario della Svizzera, precisa un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS