Globus chiude due negozi, 85 posti di lavoro persi

La filiale di Migros, Globus, chiuderà due negozi a Berna. KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2020 - 15:44
(Keystone-ATS)

La catena di grandi magazzini Globus, per la quale Migros è alla ricerca di un acquirente, chiuderà all'inizio del 2021 il suo punto vendita nel centro commerciale Westside (fuori Berna), così come la boutique di moda femminile nel centro della città.

Quest'ultima abbasserà le serrande a giugno di quest'anno. I posti di lavoro persi sono 85.

Il motivo addotto oggi dal gestore dei grandi magazzini di Zurigo è il forte calo delle vendite nei negozi a causa dello sviluppo dello shopping online e del fatto che sempre più clienti fanno i loro acquisti sul sito di vendita Globus. Per questa ragione, Globus concentra la sua presenza nella capitale federale presso il suo principale punto vendita nella città vecchia.

Le due boutique di moda femminile ubicate lungo la Spitalgasse non hanno un potenziale sufficiente, osserva Globus in una nota odierna. "Semplicemente non possiamo più permetterci di gestire quattro negozi in un'area così piccola e dobbiamo concentrare i nostri sforzi sulle prospettive future", ha sostenuto Thomas Herbert, CEO di Globus citato nel comunicato, che si dice rammaricato per questa decisione.

I dipendenti sono stati personalmente informati oggi della decisione. Globus ha messo a punto per loro, in collaborazione con le parti sociali, misure per mitigare le conseguenze delle chiusure. Ai dipendenti interessati viene promessa assistenza per il riorientamento professionale. Globus mira anche ad evitare il più possibile licenziamenti, con l'obiettivo di offrire al maggior numero di dipendenti interessati un nuovo lavoro all'interno dell'azienda.

In caso di licenziamenti, però, la catena di grandi magazzini promette anche di attuare un piano sociale in conformità con il contratto collettivo di lavoro. Ciò prevede, tra le altre misure, il pensionamento anticipato, periodi di preavviso più lunghi, indennità di licenziamento e assistenza attiva nella ricerca di un nuovo lavoro.

Sono attualmente in corso discussioni con le parti sociali. Frattanto è già stato trovato un nuovo inquilino per il negozio in Spitalgasse; il libraio Orell Füssli vi aprirà un punto vendita a partire da agosto. Un altro negozio lungo la Spitalgasse, specializzato nella moda maschile, sarà rinnovato nell'autunno 2020.

A fine giugno 2019 Migros ha avviato un'importante riorganizzazione delle sue attività. Dopo essersi separato da m-way e di parte dei negozi Interio e Gries Deco, il leader svizzero del commercio al dettaglio deve ancora trovare un acquirente per Globus. Il management prevede di completare l'operazione entro la metà del 2020.

Secondo voci riportate dalla stampa svizzero tedesca, l'austriaca Signa Holding, specializzata nel settore immobiliare e nel commercio al dettaglio, è in corsa per rilevare Globus.

L'anno scorso i grandi magazzini Globus hanno registrato un calo del 5,6% del fatturato su un anno, attestandosi a circa 763 milioni di franchi, nonostante il boom delle vendite online. Il calo è dovuto principalmente alla chiusura dei negozi in relazione all'integrazione dei marchi Schild e Globus Men's in Globus.

Che i negozi se la stiano passando male lo conferma anche la decisione di Manor dello scorso 10 di gennaio di chiudere due supermercati, nonché un grande magazzino, e di snellire la struttura dirigenziale. Anche in questo caso, all'origine della decisione vi è il commercio online. Un'ottantina i collaboratori, tra cui quadri, interessati dalla misura. Una trentina i posti che verranno invece creati nell'infrastruttura digitale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo