Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Giordania ha richiamato oggi il suo ambasciatore a Teheran per consultazioni. Lo riferisce la televisione panarabo-saudita al Arabiya.

L'agenzia di notizie giordana Petra ha diffuso una nota del governo di Amman, affidata al portavoce Muhammad Momani, secondo cui la decisione di richiamare l'ambasciatore giordano a Teheran è stata presa per inviare all'Iran il messaggio che deve cessare di interferire negli affari interni arabi.

"Esponenti politici iraniani - si legge nella nota - continuano a rilasciare dichiarazioni e a prendere iniziative che interferiscono negli affari arabi, in particolare dei Paesi del Golfo. Ed è una violazione dei rapporti di buon vicinato".

Nei mesi scorsi l'Arabia Saudita aveva richiamato al suo ambasciatore a Teheran dopo gli attacchi alla sede diplomatica saudita nella capitale iraniana. L'azione era stata seguita dagli Emirati Arabi Uniti, dal Qatar, dal Bahrain. Non è chiaro perché l'azione giordana arrivi con settimane di ritardo rispetto a quella degli altri alleati regionali dell'Arabia Saudita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS