Navigation

Google: pirateria; Cina, inaccettabile gettare colpa su di noi

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 giugno 2011 - 10:25
(Keystone-ATS)

È "inaccettabile" che la responsabilità delle azioni di pirateria nei confronti del colosso americano di internet Google sia addossata alla Cina: lo ha detto oggi il portavoce del ministero degli Esteri.

Gli account di posta elettronica Gmail di alti responsabili politici americani e di paesi asiatici tra cui la Corea del Sud, di giornalisti, militari e di attivisti del dissenso cinese, sono stati presi d'assalto in una serie di attacchi che la Google afferma provengano dalla Cina.

Gli account violati sono centinaia e l'attacco, in apparenza proveniente da Jinan, aveva come obiettivo di leggere la posta elettronica delle persone finite nel mirino degli hacker.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?