Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Google torna nel mirino dei preposti alla protezione dei dati, che chiedono migliori controlli. Le vetture che fotografano le strade per il servizio "Street View", hanno infatti registrato dati privati trasmessi attraverso le reti locali senza fili (wireless).
Secondo le informazioni fornite da Google, si tratterebbe in particolare di dati pubblici, come il nome delle reti wireless e il numero che le identifica. Il problema, ha spiegato venerdì il gigante americano, è che "per errore" sono state captate anche informazioni non protette da "password".
Google si è impegnata a distruggere il più presto possibile questi dati e a non più raccogliere informazioni trasmesse su reti senza fili. Ha inoltre informato le autorità elvetiche responsabili della protezione della privacy. "Abbiamo commesso un grave errore; siamo dispiaciuti e ce ne scusiamo", ha affermato oggi il portavoce di Google Kay Oberbeck sulle onde della radio svizzerotedesca DRS.

SDA-ATS