Navigation

Google supera i 1'000 miliardi di valore, è la quarta società Usa

Google da record: il suo valore supera i mille miliardi di dollari (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/VM AJP**LON** DK**NY** AJ**NY** sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 gennaio 2020 - 07:08
(Keystone-ATS)

Google record. Alphabet, la holding a cui fa capo il motore di ricerca, diventa la quarta società americana a raggiungere i 1'000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato. Ed entra nel super esclusivo club di cui fanno parte Apple, Amazon e Microsoft.

L'ascesa di Google è l'ennesima conferma del peso crescente della Silicon Valley nell'economia mondiale: nonostante la stretta delle autorità sulla privacy e sul fronte antitrust, i big dell'hi-tech continuano a correre in un contesto di crescita globale debole e di bassi tassi di interesse.

Google ha sfondato ieri sera la storica soglia dei 1'000 miliardi mentre si trova ad affrontare alcune delle sue maggiori sfide. Di recente i suoi fondatori Larry Page e Sergey Brin, il cui amore per la matematica e la noncuranza per Wall Street hanno rappresentato per lungo tempo lo spirito libero di Google, hanno annunciato l'addio ai loro ruoli esecutivi.

Il timone di Alphabet è passato a Sundar Pichai, amministratore delegato di Google dal 2015, che ha assunto le redini del colosso. Un avvicendamento che è piaciuto agli investitori, convinti che Pichai possa aumentare i buyback e sostenere ulteriormente il titolo con il contenimento delle spese e con altre iniziative, quali l'istituzione del pagamento di un dividendo per la prima volta nella storia della società.

Un cambio di anima radicale per il motore di ricerca, di recente finito al centro di critiche dei suoi dipendenti per la gestione delle accuse di molestie interne alla società e per i tentativi di fermare un'organizzazione sindacale interna. Nonostante questo e il crescente pressing delle autorità, Google ha continuato la sua corsa.

Sbarcata a Wall Street nel 2004, ha raggiunto i 1'000 miliardi di dollari di valore in un arco temporale minore rispetto agli altri giganti tecnologici. Apple e Microsoft si sono infatti quotate negli anni 1980 e hanno superato i 1'000 miliardi rispettivamente nell'estate del 2018 e nell'aprile dello scorso anno. Amazon è sbarcata a Wall Street nel 1997 e ha raggiunto i 1'000 miliardi nel 2008.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.