Tutte le notizie in breve

Un'immagine del tendone in cui si è svolto il 24esimo "Humorfestival" di Arosa (foto d'archivio).

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Undici giorni di neve e divertimento. La 26esima edizione dello "Humorfestival" di Arosa, a 2'000 metri di altezza sui monti grigionesi, presenta quest'anno 27 spettacoli.

Il programma, reso noto la settimana scorsa, porta in scena artisti già noti al grande pubblico ma anche sorprendenti nuove proposte.

Dalla Svizzera Claudio Zuccolini, Andreas Thiel, Patrick Frey, Nils Althaus e Dabu Fanstastic, ma il festival propone spettacoli di artisti da Germania, Austria, Australia e Spagna.

Tra gli stranieri più noti ci sarà Alfred Dorfer, originario di Vienna, tra i cabarettisti più apprezzati della vicina Austria. Dalla Germania arriva il duo "Helge und das Udo", vincitore di un noto festival di cabaret a Berlino nel 2016. Conosciuto in Europa l'australiano Rob Spence, tedescofono, il cui primo spettacolo nel vecchio continente risale al 1991, al Montreux Comedy Festival; nel 2003 il primo tour europeo. Sempre dall'Australia arrivano "The Umbilical Brothers", conosciuti per una originale combinazione di pantomima e dialoghi nonché per le divertenti capacità di "rumoristi".

Il festival di Arosa offre un singolare mix di sport invernali e intrattenimento, si legge sul sito dedicato al festival. L'evento può contare su 25 anni di successo e "con lo straordinario programma di quest'anno ci sono buone possibilità di guadagnare nuovi interessanti sponsor per le edizioni future".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve