Navigation

GR: abitazioni secondarie, Helvetia Nostra non può ricorrere

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2012 - 18:10
(Keystone-ATS)

Anche il Tribunale amministrativo grigionese, dopo il Tribunale cantonale vallesano, ha negato all'organizzazione ambientalista Helvetia Nostra di Franz Weber la facoltà di ricorrere contro progetti edilizi di residenze secondarie.

Helvetia Nostra aveva presentato ricorso contro un permesso di costruzione concesso da un comune grigionese, sostenendone il carattere illegittimo dopo l'accettazione in votazione popolare, l'11 marzo scorso, dell'iniziativa contro "la costruzione sfrenata di abitazioni secondarie". Il testo lanciato da Franz Weber, divenuto articolo costituzionale, vieta la costruzione di nuove residenze secondarie di vacanza nei comuni in cui queste rappresentano più del 20% del totale delle abitazioni.

Il Tribunale amministrativo grigionese non è neppure entrato nel merito del ricorso, si apprende dalla sentenza pubblicata oggi. Nello stesso senso si era già pronunciato lo scorso ottobre il Tribunale cantonale vallesano, ritenendo che Helvetia Nostra, "filiale" della Fondazione Franz Weber, non disponga della facoltà di ricorrere.

Toccherà ora verosimilmente al Tribunale federale pronunciarsi sulla questione. Helvetia Nostra porterà probabilmente il caso vallesano davanti ai supremi giudici di Losanna, ha indicato all'ats Fabian Dreher, rappresentante dell'associazione. Si tratta infatti del caso il cui esame è nella fase più avanzata.

Complessivamente Helvetia Nostra ha inoltrato circa 1430 opposizioni in vari comuni svizzeri contro i nuovi permessi di costruzione concessi dopo la votazione dell'11 marzo, oltre 900 dei quali in Vallese e circa 200 nei Grigioni.

Helvetia Nostra sostiene di disporre del diritto di ricorso concesso alle associazioni ecologiste attive a livello nazionale contro la pianificazione, la costruzione o la trasformazione di impianti in caso di violazione delle norme di protezione dell'ambiente. Il suo nome figura effettivamente nell'elenco allegato all'ordinanza in materia.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?