Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il conducente di una betoniera ha rovesciato questa mattina nel fiume Beverin in Val Bever (GR) almeno 120 litri di calcestruzzo. Il suo gesto potrebbe provocare una moria di pesci, indica la polizia cantonale.

L'uomo alla guida del mezzo aveva scaricato del calcestruzzo in un cantiere, ma sulla via del ritorno è rimasto fermo per lungo tempo a causa di lavori di manutenzione delle strade. L'uomo ha quindi deciso di liberarsi del calcestruzzo rimanente prima che si seccasse, rovesciandolo nel fiume. Dopodiché ha pulito il proprio mezzo e l'erba attorno al fiume.

Un passante ha osservato la scena e ha annunciato l'accaduto all'ufficio di caccia e pesca. Secondo il guardiapesca cantonale, il calcestruzzo è altamente tossico per i pesci. Il conducente è stato denunciato presso il Ministero pubblico cantonale per violazione alla legge sulla protezione dell'ambiente e delle acque.

SDA-ATS