Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Stilli Park AG, la società che ha preso in affitto l'albergo di lusso Intercontinental di Davos (GR), inaugurato appena nel dicembre scorso, ha depositato oggi il bilancio presso il Tribunale del distretto di Plessur a Coira. L'hotel, soprannominato a causa della sua forma e del suo colore "uovo d'oro", resterà comunque aperto: è già stato trovato un nuovo locatario.

La Stilli Park dispone di un capitale azionario di 2 milioni di franchi, ha spiegato all'ats il presidente del consiglio d'amministrazione Martin Buchli. I debiti ammontano a circa 3 milioni; la maggior parte è dovuta alla catena alberghiera Intercontinental, con cui era stato concluso un contratto di gestione. Proprietario dell'albergo a cinque stelle è il fondo immobiliare Credit Suisse Real Estate Fund Hospitality. Stando a Buchli la sua società versava ogni mese un affitto "di svariate centinaia di migliaia di franchi".

La colpa del fallimento non è di nessuno, ha aggiunto, ma è dovuta all'"insuccesso" del complesso. Concretamente vi sono state difficoltà prima dell'apertura dell'hotel, prevista inizialmente per novembre 2013 ma avvenuta soltanto il 19 dicembre. In particolare si è verificato un importante danno dovuto all'acqua. Buchli è convinto che un albergo di lusso possa essere gestito in maniera redditizia, serve soltanto un po' di tempo.

Il fondo immobiliare ha annunciato ancora oggi che il nuovo locatario è la Weriwald AG di Davos. Tutti i dipendenti dell'hotel si vedranno offrire nuovi contratti.

Il Credit Suisse Real Estate Fund Hospitality aveva investito 250 milioni di franchi nel complesso, di cui fanno parte anche 38 appartamenti di vacanza. Per il solo hotel sono stati spesi 155 milioni. In occasione dell'apertura, al termine di tre anni di lavori, il gestore del fondo Lucas Meier si era detto entusiasta e aveva sostenuto che si trattava di uno dei maggiori progetti alberghieri dell'intero arco alpino.

L'Intercontinental di Davos conta 216 camere e suites, un centro spa di oltre 1'200 mq, una dozzina di sale per conferenze per una superficie complessiva di 1'500 mq, tre ristoranti, un bar e un negozio di articoli sportivi. Degli ospiti si occupano più di 200 persone, tra cui ben 45 cuochi.

SDA-ATS