Navigation

GR: morto il 36enne travolto da slavina sul Piz Nair

Il 36enne travolto da una slavina sul Piz Nair il 26 dicembre è morto sabato sera all'ospedale per le gravi ferite riportate. Polizia cantonale grigionese sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2019 - 12:45
(Keystone-ATS)

Non ce l'ha fatta il 36enne travolto da una slavina sul Piz Nair, sopra St. Moritz (GR), il giorno di Santo Stefano: l'uomo è morto sabato sera all'ospedale di Coira per le gravi ferite riportate, ha indicato oggi la polizia cantonale grigionese.

Il 36enne era stato sorpreso da una slavina, che lo aveva trascinato a valle per circa 400 metri e sepolto nella neve, giovedì mattina mentre stava scendendo da un pendio con un gruppo di quattro persone.

Le sue ferite erano parse subito molto gravi. L'uomo era quindi stato trasportato all'ospedale cantonale in elicottero dalla REGA.

All'operazione di salvataggio avevano partecipato, oltre all'equipaggio della REGA della base di Samedan, Heli Bernina, due soccorritori della squadra di salvataggio della sezione Bernina del Club alpino svizzero, un conduttore di cani e la squadra SOS Corviglia-Marguns.

Gli altri tre membri del gruppo erano riusciti a mettersi al sicuro da soli ai piedi dello stesso pendio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.