Navigation

GR: quattro giovani lupi saranno abbattuti

Nei Grigioni si va verso l'abbattimento di quattro giovani lupi KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2019 - 11:12
(Keystone-ATS)

Verso l'abbattimento di quattro giovani lupi nei Grigioni: a breve l'Ufficio cantonale per la caccia e la pesca (UCP) interverrà per regolare la popolazione dei predatori della zona del Piz Beverin, sopra Thusis.

L'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha rilasciato l'autorizzazione per l'uccisione degli animali, hanno indicato oggi le autorità grigionesi.

La scorsa estate nella regione dell'Heinzenberg (tra Thusis e Rothenbrunnen) e nella valle di Safien, all'interno dell'area abituale di attività del branco del Beverin, sono state sbranate almeno 15 capre appartenenti a greggi protette mediante corrispondenti misure. È stata così superata, indica l'UCP, la soglia che permette di classificare come problematico il comportamento di questo branco di lupi. Fondandosi sulle basi legali, il cantone ha pertanto intrapreso i passi necessari per la regolazione dell'effettivo.

I campioni di Dna hanno permesso di identificare il maschio M92, padre della cucciolata che ha dato origine al gruppo, quale autore degli attacchi. Di questo esemplare si era già parlato lo scorso anno, quando sull'alpe Stuzt, sopra Splügen, erano state sbranate un gran numero di pecore. Questo lupo ha ora iniziato ad attaccare animali facenti parte di greggi protette e a trasmettere questo comportamento ai suoi discendenti.

Il permesso per la regolazione dell'effettivo di lupi è limitato all'area abituale di attività nella zona del Piz Beverin. Gli abbattimenti dovranno avvenire entro il 31 marzo 2020.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.