Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Gran consiglio retico non è entrato in materia su un ricorso di 33 cittadini grigionesi che considerano anticostituzionale l'elezione del parlamento, avvenuta in maggio, a causa del suo sistema maggioritario. Dopo una discussione durata un'ora, la maggioranza dei deputati ha deciso - con 94 voti contro 24 - di demandare la questione al tribunale amministrativo cantonale.

I ricorrenti fanno valere una violazione del diritto di voto: a loro avviso l'attuale sistema, che comprende 39 circoscrizioni di grandezza differente, non è conforme al principio di uguaglianza. A titolo di esempio se a Coira sono necessarie 2300 preferenze per ottenere un mandato, nel circondario di Avers ne bastano 70. I contrari all'attuale ordinamento sottolineano anche che i Grigioni rimangono l'unico cantone svizzero - assieme ad Appenzello Interno - in cui è in vigore il maggioritario.

Il presidente della commissione competente ha argomentato che manca una base legale che permetta al Gran consiglio di trattare il ricorso. Di altra opinione si sono detti i rappresentanti dei partiti più piccoli, vale a dire PS, UDC e PVL.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS