Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nelle elezioni per il Gran Consiglio retico PLR e UDC hanno guadagnato oggi, al termine di un secondo turno resosi necessario nei Circoli di Klosters e Ilanz, un seggio ciascuno. Il parlamento cantonale risulta quindi ora così composto: PLR 33 seggi (-5 rispetto al 2010), PPD 31 (-2), PBD 27 (+1), PS 15 (+3), UDC 9 (+5), PVL 2 (-) e due indipendenti (-3). Resta ancora da attribuire il seggio del circolo di Suot Tasna, dove nessuno dei candidati alla successione di Jon Domenic Parolini (PBD) ha oggi ottenuto la maggioranza assoluta. Un secondo turno è previsto il 6 luglio.

Al primo turno per l'elezione del parlamento, tenutosi lo scorso 18 maggio, i dati più significativi sono stati la batosta subita dal PLR (che aveva perso 6 seggi) e la sostanziosa crescita dell'UDC, passata da quattro a otto poltrone ottenendo quindi il diritto di costituire un gruppo parlamentare (per cui sono richiesti cinque deputati).

Per quanto riguarda la deputazione grigionitaliana in Gran Consiglio non vi erano state grosse modifiche. La sola sorpresa era arrivata dal Circolo di Roveredo, dove Manuel Atanes (PS) ha scalzato Martino Righetti (PDC). Nella bassa Mesolcina sono invece stati riconfermati gli uscenti Cristiano Pedrini (PBD) e Nicoletta Noi-Togni (indipendente).

Le elezioni del Gran Consiglio avvengono con il sistema maggioritario, riconfermato recentemente dal popolo in votazione. I deputati sono eletti all'interno dei 39 Circoli. Ogni circolo ha diritto a un numero di granconsiglieri proporzionale alla popolazione residente permanente.

Le elezioni dei poteri legislativo ed esecutivo valgono per quattro anni. La legislatura comincia con la sessione di agosto per il Gran Consiglio e dal primo gennaio 2015 per il Governo.

SDA-ATS