Navigation

Grande richiesta di crediti anti coronavirus

Grande richiesta per i crediti anti coronavirus. Nell'immagine una veduta della "Paradeplatz" di Zurigo. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2020 - 16:01
(Keystone-ATS)

Le aziende in difficoltà a causa del coronavirus possono da oggi chiedere aiuti per la liquidità alle banche. Secondo i primi dati, il numero di richieste è elevato.

Fino a questa mattina compresa, UBS aveva ricevuto 3000 domande da tutta la Svizzera, si legge in un comunicato. Le piccole imprese sono soprattutto alla ricerca di una copertura per costi e salari. Le prime aziende hanno già ricevuto un versamento, ha sottolineato la grande banca.

Per fare un altro esempio, la Banca cantonale di Zurigo (ZKB) fra le 8 e le 10 di questa mattina ha ricevuto 600 richieste, ha detto all'agenzia finanziaria AWP il responsabile della clientela Jürg Bühlmann. A causa dell'elevato numero di domande, non è escluso che nei primi giorni la procedura possa essere un più lunga del previsto.

La lista delle banche che possono concedere i crediti anti Covid-19 comprende 104 istituti, fra i quali Credit Suisse, UBS, Raiffeisen, PostFinance, le banche cantonali e molte altre. I formulari per istituti e imprese sono disponibili sul sito internet https://covid19.easygov.swiss/.

https://covid19.easygov.swiss/

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.