Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli agricoltori greci, in agitazione ormai per il 15.mo giorno consecutivo, hanno respinto compatti le concessioni proposte dal governo di coalizione e sono determinati a proseguire la loro battaglia contro la politica governativa nel settore.

Ieri infatti, i loro rappresentanti convenuti da 35 località della Grecia al blocco stradale di Nikaia, vicino Larissa (Grecia centrale), hanno deciso di proseguire l'agitazione finchè non saranno soddisfatte le loro richieste che riguardano, fra l'altro, la riduzione del prezzo del gasolio per il settore e dell'Iva sui loro prodotti.

Tra le forme di protesta che metteranno in atto, hanno deciso di occupare simbolicamente e senza i trattori le strade e le autostrade del Paese per un ora al giorno - dalle 14:00 alle 15:00 - mentre insistono nella richiesta di incontrare il primo ministro Antonis Samaras.

In mattinata i rappresentanti degli agricoltori che ieri hanno preso parte alla riunione di Nikaia incontreranno i colleghi per informarli sulle decisioni adottate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS