Navigation

Grecia: blitz antitruffa a Zacinto, 'isola dei ciechi'

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 agosto 2011 - 12:03
(Keystone-ATS)

L'isola greca di Zakynthos (la foscoliana Zacinto), perla dello Ionio e ogni anno meta di migliaia di turisti, è divenuta ormai nota in Grecia come "l'isola dei ciechi" dopo che si è scoperto che almeno 700 suoi abitanti - pur vedendoci perfettamente - risultano non vedenti e, come tali, ricevono dal governo una regolare pensione di invalidità.

Per questo motivo, come riferisce la stampa di Atene, il ministero della Sanità ha disposto un'indagine dopo aver accertato che effettivamente circa il 2% della popolazione dell'isola (in tutto 35.000 persone) risulta affetta da cecità e che i certificati medici attestanti la loro disabilità sono stati tutti emessi in periodi pre-elettorali.

La maggioranza dei falsi non vedenti, inoltre, avrebbe dichiarato di essere cieco dalla nascita, ma non risulta nella storia recente dell'isola alcuna epidemia che provoca la cecità. Il totale delle pensioni pagate dal governo ai falsi ciechi di Zakynthos, rilevano i giornali, ammonta a 6,4 milioni di euro all'anno, una bella cifra in tempo di crisi economica. Il ministero della Sanità ha ora disposto che tutti coloro che ricevono la pensione di invalidità dovranno sottoporsi ad un nuovo esame della vista presso una struttura ospedaliera statale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?