Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Riciclaggio di denaro. È questa l'accusa riconosciuta oggi, al termine di un processo durato cinque mesi, dai giudici della Corte d'Appello penale di Atene a carico di Apostolos 'Akis' Tsochatzopoulos, 73 anni, politico di spicco per oltre un ventennio ed ex ministro della Difesa dei governi del premier socialista Costas Simitis fra il 1981 e il 2004.

Tsochatzopoulos era accusato di corruzione e di riciclaggio nel periodo in cui era stato a capo del dicastero della Difesa. Insieme con lui, detenuto dall'aprile dell'anno scorso, sono stati riconosciuti colpevoli altri 17 dei 19 imputati comparsi davanti ai giudici.

L'ex ministro, secondo l'accusa, aveva ricevuto tangenti per un ammontare di almeno 160 milioni di euro per l'acquisto da parte della Grecia di sistemi missilistici russi e di quattro sottomarini tedeschi. La maggior parte del denaro venne trasferito nei conti di diverse società aperte in paradisi fiscali o fu usato per l'acquisto di immobili di lusso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS