Navigation

Grecia: fino a lunedì ritirati 700 milioni da banche

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 maggio 2012 - 21:43
(Keystone-ATS)

Nella giornata di lunedì è stata raggiunta la cifra di 700 milioni di euro ritirati dalle banche greche dopo le elezioni del 6 maggio: lo ha detto il presidente della Repubblica greca Karolos Papoulias ai leader dei partiti riuniti nel tentativo fallito di creare un governo di coalizione, secondo le minute degli incontri pubblicati sul sito della presidenza ellenica.

"Nel corso di un colloquio telefonico con il governatore della Banca di Grecia, Giorgos Provopoulos, questi mi ha informato che la situazione delle banche era molto difficile" e che "il sistema bancario è al momento molto debole", ha spiegato il capo dello Stato.

"I prelievi hanno raggiunto la somma di 700 milioni di euro alle 16 di lunedì", ha detto Papoulias, prevedendo che la "situazione sarà peggiore nei prossimi due giorni". Provopoulos ha specificato, secondo il presidente, che c'è una "non c'è panico, ma una grande inquietudine che potrebbe trasformarsi in panico".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?