Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - I Paesi dell'eurozona correranno in aiuto della Grecia con un pacchetto di salvataggio multimiliardario. A darne notizia è il quotidiano britannico Guardian, che cita fonti di Bruxelles. Stando a quanto riporta l'edizione online del giornale, la Germania ha infatti deciso di mettere da parte ogni remora e avrebbe addirittura svolto un ruolo di regia nella messa a punto delle misure salva-Grecia e salva-euro.
"Ci sono stati intensi preparativi nell'eurogruppo", ha detto un funzionario che ha chiesto di restare anonimo. "Abbiamo i modi e i mezzi per farlo". L'intervento avverrà dunque sotto forma di "coordinate contribuzioni bilaterali" tra i governi europei. "Una contribuzione bilaterale - ha spiegato la fonte - può prendere la forma di un prestito o di garanzie sul prestito. Tali garanzie serviranno a facilitare quel tipo di raccolta fondi potenzialmente necessari in questo contesto".
"Le regole che governano la moneta unica - ricorda il Guardian - proibiscono il salvataggio di un Paese sull'orlo della bancarotta. Berlino, in particolare, si è detta preoccupata che ogni azione di questo tipo possa essere ostacolata dalla sua Corte costituzionale". Ecco perché, stando al funzionario, l'accordo di salvataggio è stato disegnato per evitare tale eventualità.
La cornice di regole che governa il buon funzionamento dell'euro, aggiunge il Guardian, verrà quindi riscritta in modo da rendere più stringenti le norme di disciplina economica degli Stati membri. Il piano dovrebbe essere finalizzato nella giornata di lunedì.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS