Navigation

Grecia: incarico a leader sinistra radicale

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2012 - 15:42
(Keystone-ATS)

Il leader della Coalizione delle Sinistre greche (Syriza, che ha conquistato 52 seggi), Alexis Tsipras, è stato ricevuto poco fa dal presidente della Repubblica Karolos Papoulias che gli ha conferito l'incarico di cercare di formare un nuovo governo sulla scia dei risultati delle elezioni di domenica scorsa.

Aleka Papariga, leader del Partito comunista di Grecia (Kke, che ha ottenuto 26 seggi alle ultime elezioni) ha rifiutato l'invito rivoltole da Alexis Tsipras, per discutere della possibilità di formare un governo di coalizione. Lo hanno riferito radio di Atene.

La Papariga ha spiegato il rifiuto con il fatto che, a differenza di Syriza, il Kke è contrario all'Europa e vuole l'uscita della Grecia dell'Ue e dall'eurozona.

Fotis Kouvelis (Sinistra Democratica) ha invece detto che il suo partito appoggerà un eventuale governo di coalizione delle sinistre a larga maggioranza "per non far tornare di nuovo il Paese alle urne". Kouvelis lo ha detto al temine dell'incontro con il leader di Syriza, Alexis Tsipras. Kouveli ha pure detto di aver ribadito a Tsipras i due punti fondamentali del proprio partito: Distacco dal memorandum e permanenza della Grecia nell'Unione Europea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?