Navigation

Grecia: Nea Dimocratia parteciperà a governo

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2011 - 09:01
(Keystone-ATS)

Nea Dimocratia, il principale partito dell'opposizione in Grecia (di centro-destra), guidato da Antonis Samaras, ha annunciato nella tarda sera di ieri che parteciperà al governo di coalizione, guidato da Lucas Papademos, con quattro suoi dirigenti di altissimo livello.

I quattro membri di Nea Dimocratia, tutti vicini al leader del partito, sono Stavros Dimas, ex Commissario dell'Ue, Dimitris Avramopoulos (ex diplomatico e sindaco di Atene da 1994 al 2002 è attualmente deputato ma si dimetterà dall'incarico), Costantinos Arvanitopoulos, docente di relazioni internazionali all'Università di Atene e direttore dell'Ufficio politico di Samaras, e Yiannis Mourmouras, docente universitario e consigliere economico di Samaras.

Secondo quanto sostiene oggi il giornale "To Vima" nella sua edizione elettronica, Dimas sarà nominato vice presidente del Consiglio e ministro degli esteri; Avramopoulos diventerà ministro della difesa; Arvanitopoulos invece ministro della pubblica istruzione e Mourmouras vice ministro delle finanze, affiancato al titolare del dicastero Evangelos Venizelos.

Sono scelte che permetteranno così al principale partito dell'opposizione di controllare dicasteri importanti, come quello della difesa e degli esteri, oltre a quello delle finanze.

Secondo informazioni giornalistiche, non si esclude la partecipazione al nuovo governo anche di personalità di Laos, il partito di destra, guidato da Giorgio Karatzaferis.

Il giuramento del nuovo esecutivo è in calendario oggi alle ore 14.00 (le 13:00 in Svizzera) nelle mani del presidente della Repubblica Karolos Papoulias e, come è tradizione, alla presenza dell'arcivescovo di Atene e tutta la Grecia, Ieronymos.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?