Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ATENE - I sindacati del settore pubblico, Adedy, e di quello privato Gsee hanno convocato un nuovo sciopero generale per il 29 giugno contro la riforma delle pensioni. Si tratta del quinto dall'inizio della crisi.
Il sindacato comunista Pame, che oggi ha manifestato al centro di Atene, aveva in precedenza annunciato uno sciopero per il 23 giugno.
Lo sciopero è stato annunciato mentre la missione Ue-Fmi, che ha concluso una visita di controllo ad Atene ha assicurato oggi che l'attuazione del piano di austerità e la riforma delle pensioni promossa dal governo "sono in linea" con il memorandum d'intesa.
La riforma che l'esecutivo socialista deve presentare in parlamento entro il mese prevede in particolare, secondo indicazioni non ancora ufficiali, un congelamento e l'elevazione dell'età pensionabile per tutti a 65 anni e di quella contributiva a 40 a partire dal 2015. È probabile che dopo l'annuncio dello sciopero generale da parte di Gsee e Adedy, anche il Pame aggiorni ora la sua protesta alla stessa data.

SDA-ATS