Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il deputato Christos Pappas, "numero due" del partito filo-nazista greco Chrysi Avgì (Alba Dorata) si è spontaneamente costituito oggi alla polizia, arrivando al commissariato centrale di Atene a bordo di un taxi. Lo hanno riferito media locali.

"Non ci spezzeranno! Viva Alba Dorata!", ha gridato Pappas prima di entrare nel commissariato alzando le braccia in direzione di un gruppo di sostenitori che erano lì ad attenderlo, gesto che alcuni hanno interpretato come un saluto nazista.

Pappas era ricercato dalla polizia in seguito a un mandato di arresto emesso contro di lui e altre 35 personalità o militanti di Alba Dorata e che ieri ha portato alla cattura di 20 persone, tra cui il leader, Nikos Michaloliakos e altri quattro deputati.

Insieme con gli altri cinque, Pappas verrà incriminato martedì o al massimo mercoledì per appartenenza a un'organizzazione criminale ritenuta responsabile, fra l'altro, di omicidi, violenze, aggressioni e racket a scopo di estorsione.

Gli arresti sono scattati dopo che il procuratore della Corte Suprema, Charalambos Vourliotis, aveva emesso all'alba di ieri i relativi ordini di custodia legati alle indagini sull'omicidio del rapper antifascista Pavlos Fyssas, ucciso il 17 settembre scorso per mano del militante neo-nazi Georgos Roupakias.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS