Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ATENE - Il sindacato greco del settore privato, la Gsee, ha annunciato uno sciopero nazionale per il 24 febbraio contro le misure di austerità del governo e la chiusura da parte degli imprenditori. Lo sciopero, malgrado insistenti appelli del premier Giorgio Papandreou all'unità davanti alla grave crisi, si aggiungerà a quelli già convocati dal sindacato dei dipendenti pubblici Adedy e da quello comunista Pame.
Il presidente della Gsee, Yannis Panagopoulos, ha annunciato la data della protesta, che deve essere formalmente convocata oggi dal Consiglio esecutivo del sindacato, dopo una riunione infruttuosa ieri per il rinnovo del contratto collettivo. Ed ha affermato che "i lavoratori del settore privato lotteranno e otterranno aumenti a dispetto dei mercati" che stanno forzando la mano al governo greco le cui ricette vengono accolte dagli imprenditori. Panagopoulos ha inoltre reso noto che la Gsee abbandonerà una commissione governativa sulla riforma delle pensioni, dopo che Papandreou ha annunciato che sarà elevata l'età pensionistica.
Lo sciopero della Gsee, annunciato mentre continuano da 20 giorni le barricate degli agricoltori per chiedere nuovi aiuti, seguirà quello del sindacato dei dipendenti pubblici Adedy il 10 febbraio e quello del sindacato comunista Pame l'11 del mese. Il Pame aveva inutilmente invitato gli altri sindacati, più vicini al partito socialista, a convocare insieme uno sciopero generale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS