Navigation

Grecia: slitta ancora decisione UE su nuovi aiuti

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2011 - 15:08
(Keystone-ATS)

La decisione sulla prossima tranche di aiuti alla Grecia, attesa per l'Ecofin del 3-4 ottobre, slitta ancora: lo ha detto oggi il portavoce del commissario UE agli Affari economici.

La Grecia, hanno più volte ribadito le sue autorità, ha bisogno della sesta tranche di aiuti entro ottobre, altrimenti non riuscirà a pagare, ad esempio, gli stipendi dei dipendenti pubblici: "Siamo consapevoli dei problemi di finanziamento della Grecia che affronta un momento di verità per evitare il collasso della sua economia", ha detto il portavoce Ue.

È ormai un mese che la Ue rimanda la decisione sugli aiuti. La Troika (Ue-Bce-Fmi), che deve valutare l'impegno di Atene, fare un rapporto sulle misure e consegnarlo al Consiglio Ecofin per l'approvazione, ha lasciato il Paese all'inizio di settembre perché era lontano dagli obiettivi, e non vi è ancora tornata.

Il ritardo significa che le istituzioni internazionali non sono soddisfatte con il programma greco: "Vi sono problemi che riguardano il budget 2011-2012, le riforme strutturali e le privatizzazioni", ovvero tutti gli sforzi che l'Europa aveva chiesto ad Atene. "Si tratta di attuare le decisioni già prese - ha spiegato il portavoce - non di prenderne altre".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?