Navigation

Grecia; via libera a 130 miliardi di aiuti

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2012 - 08:40
(Keystone-ATS)

La Grecia avrà altri 130 miliardi di euro di aiuti. Servono più di 12 ore di riunioni, bilaterali e accordi separati. Ma all'alba l'Eurogruppo dà il via libera che salva Atene dal fallimento.

E di fatto la commissaria con una vigilanza stretta, "permanente" della troika Ue-Bce-Fmi. I nuovi 130 miliardi li sborseranno soprattutto gli stati membri dell'Eurozona, che sperano in un "significativo contributo" del Fmi. Quanto significativo, la direttrice Christine Lagarde lo deciderà a marzo.

Con i 110 miliardi già sborsati con il primo programma del 2010, la cifra totale sale a 240 miliardi di denaro fresco e nella somma non c'è lo 'scontò che i privati - ovvero le banche creditrici - hanno finito per concordare (pari al 53,5% del valore nominale dei bond nelle loro mani) nè gli impegni di Bce e Banche centrali nazionali rispettivamente per cedere i profitti dei bond in portafoglio e alleggerire gli interessi sui debiti correnti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?