Navigation

Grecia respinge migranti a confine turco, scontri

Gli scontri alla frontiera turco-greca. KEYSTONE/AP/Ismail Coskun sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 febbraio 2020 - 09:54
(Keystone-ATS)

Scontri tra migranti e la polizia greca sono stati segnalati al confine turco dove gli agenti hanno usato i gas lacrimogeni per respingere migliaia di profughi siriani, che a loro volta si sono difesi con il lancio di pietre.

Lo riferiscono i giornalisti sul posto. Ieri, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha deciso di aprire il confine europeo ai siriani in fuga da Idlib dopo l'escalation della guerra in Siria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.