Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Svizzera non è sufficientemente preparata a un incidente nucleare grave. È quanto sostiene Greenpeace, che ha organizzato oggi a Zurigo una "flash mob" (una mobilitazione rapida) per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa problema.
Alle 12 e 15 precise, su invito dell'organizzazione ambientalista, un centinaio di persone si sono ritrovate a una fermata dell'autobus, situata in piazza Bellevue. Dopo aver simulato un allarme, si sono tutti adagiati al suolo e sono rimasti immobili durante tre minuti.
Questa insolita manifestazione si è svolta in modo pacifico. Alcuni utenti del tram hanno tuttavia manifestato il loro malumore per aver dovuto "zigzagare" tra un corpo e l'altro.

SDA-ATS