Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli impianti di risalita dei Grigioni hanno trasportato meno persone anche nel mese di febbraio. I protagonisti del settore reputano ormai altamente improbabile che la situazione sia recuperabile per la fine dell'inverno, e si aspettano contrazioni fra il 10 e il 15%.

Nel mese di febbraio il calo degli utenti è stato dell'8,4% rispetto all'anno precedente, si legge in un comunicato odierno. Tenendo conto del periodo fra dicembre e febbraio, la contrazione è stata del 12,2% rispetto alla stagione precedente, e del 19,2% rispetto alla media degli ultimi otto anni.

In febbraio in Bassa Engadina il calo si è attestato al 10,6%, mentre in Alta Engadina le cifre sono scese del 14,2%. Particolarmente allarmante il dato di Davos/ Klosters sulla media degli otto anni: la contrazione è infatti stata del 21,2%.

Nella nota odierna viene sottolineato come a mancare siano soprattutto gli ospiti provenienti dalla zona euro. Quest'anno, oltre alla forza del franco, ha influito pesantemente l'inverno trovo caldo e poco nevoso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS