Navigation

Grigioni: musei e turismo sviluppano nuove offerte a braccetto

L'Associazione grigionese dei musei svilupperà un progetto di promozione del turismo culturale con il supporto del centro di ricerca ZHAW di Wergenstein (GR). Associazione grigionese dei musei sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2020 - 17:08
(Keystone-ATS)

Nei prossimi tre anni l'Associazione grigionese dei musei svilupperà un progetto di promozione del turismo culturale con il supporto del centro di ricerca ZHAW di Wergenstein (GR). Coinvolti trenta musei e le rispettive organizzazioni turistiche.

Il progetto è sostenuto dall'Ufficio dell'Economia e del Turismo dei Grigioni e mira ad una proficua collaborazione tra i musei e le destinazioni turistiche. Intende promuovere la conoscenza reciproca, migliorare la qualità del turismo culturale e, soprattutto, sviluppare nuove e interessanti offerte.

Attualmente il turismo grigionese deve affrontare diverse sfide. Per vari motivi, vedasi le conseguenze del coronavirus oppure del mutamento climatico, il modello del turismo invernale che tanto successo ha riscosso nel passato, sta vivendo una crisi. In un mondo che sta cambiando velocemente servono nuove strategie e nuove proposte per tutto l'anno. Molte persone sono sempre più interessate ai valori naturali e culturali autentici, spiega in un comunicato l'Associazione grigionese dei musei.

I musei sono molto spesso importanti portatori e mediatori di valori culturali a livello regionale. Per questo motivo ricoprono una grossa importanza anche nel contesto turistico dei Grigioni. Grazie alla collaborazione con il centro di ricerca ZHAW di Wergenstein, il progetto "Musei e turismo culturale nei Grigioni" riunisce i vari attori interessati per migliorare la qualità del turismo e per creare valore aggiunto.

Un progetto che integra altri progetti

Nel progetto vengono integrati mostre e progetti già pianificati nei Grigioni: nell'Engadina Alta una mostra sul tema "luce", in Valposchiavo una mostra sulla storia della coltivazione del tabacco e del contrabbando, a Cazis un progetto per l'integrazione di istituzioni culturali e turistiche, a Davos uno sul turismo termale e una mostra sul tema "stazione climatica", in tutto il cantone il progetto "Grigioni medievale", a Savognin uno di collaborazione con l'organizzazione turistica locale e nella Val Surselva uno multimediale per la presentazione della collezione della Fotostiftung Graubünden.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.