Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nei Grigioni è diventata operativa oggi una nuova rete radio che permette di collegare tutti gli organismi per la protezione della popolazione. Il nuovo sistema è chiamato POLYCOM e il primo ente a farne uso sarà la polizia, si legge in una nota odierna del Dipartimento cantonale di giustizia, sicurezza e sanità.

Nel corso della presentazione, il consigliere di Stato Christian Rathgeb - citato nel comunicato - ha paragonato la messa in servizio del sistema al primo allunaggio. Come per l'astronauta Neil Armstrong, la nuova rete radio costituisce per lui un piccolo passo, mentre per la popolazione cantonale la stessa è un grande balzo.

Fino a questo momento guardie di confine, polizia, pompieri, organizzazioni di salvataggio, protezione civile e formazioni ausiliarie dell'esercito disponevano di una rete radio propria. Grazie a POLYCOM - in realtà un progetto nazionale che verrà realizzato a tappe in tutta la Svizzera - le organizzazioni sono ora in grado di comunicare direttamente tra loro con un medesimo sistema, aggiornandosi quindi costantemente in caso di eventi di vasta portata.

POLYCOM copre il 92% della superficie del cantone e ciò indipendentemente dalle reti di telefonia mobile. Per arrivare a questo risultato sono state realizzate 90 stazioni di base, che assicurano tra l'altro la copertura in 29 gallerie lungo la rete viaria. L'intero servizio è gestito dal Centro di competenza radio della Polizia. Il costo dell'operazione è stato di 27,5 milioni di franchi, ovvero 145 franchi per abitante.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS