Gli aerei da combattimento Gripen hanno passato lo scoglio della commissione della politica di sicurezza del Nazionale: con 14 voti contro 9 e due astenuti, questa ha deciso di sostenere l'acquisto dei velivoli svedesi. Il plenum si pronuncerà l'11 settembre. Il Consiglio degli Stati aveva accettato l'acquisto ma rifiutato di concedere gli oltre 3 miliardi necessari.

In aprile, la stessa commissione era entrata in materia, imponendo una serie di nuove richieste. Le risposte date dal consigliere federale Ueli Maurer sono risultate soddisfacenti per la maggioranza.

L'acquisto dei Gripen passa tramite un fondo finanziato con immissione di circa 300 milioni di franchi all'anno per dieci anni nel budget dell'esercito. Questo strumento, attaccabile tramite referendum, permetterà alla sinistra di sottomettere il tutto al verdetto del popolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.