Navigation

Grütli: presidente degli Stati loda sistema elvetico

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 agosto 2011 - 16:56
(Keystone-ATS)

Quest'anno sul mitico praticello del Grütli non si è parlato soltanto di quella che fu la culla della Confederazione, ma anche e soprattutto dei cent'anni dell'Unione svizzera ciechi e ipovedenti. Il discorso ufficiale è stato tenuto dal presidente del Consiglio degli Stati, Hansheiri Inderkum (PPD/UR), presenta anche la consigliera federale Micheline Calmy-Rey, che ha rivolto un breve saluto ai 1500 presenti, tra cui 350 persone affette da cecità.

Inderkum ha avuto parole di forte elogio per il sistema elvetico, che a suo dire continua a poggiare su quattro elementi: volontà di essere una nazione, concordanza, democrazia diretta e neutralità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?