Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La giustizia ginevrina ha arrestato giovedì scorso un ex dipendente di una manifattura del gruppo Richemont, nonché un negoziante, accusati di falsità in documenti, truffa e amministrazione infedele.

Le medesime accuse sono rivolte al fratello del negoziante, attualmente all'estero. Il danno ammonterebbe a 5,74 milioni di franchi.

La Compagnie Financière Richemont SA indica oggi in una nota di aver presentato una denuncia in questo senso. Secondo l'avvocato Thimothée Bauer, avvocato del negoziante, la vicenda riguarda la Stern Manufacture 1898, una filiale di Richemont. Il suo cliente sarebbe all'oscuro delle falsificazioni di ordinazioni all'origine della denuncia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS