Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo Vaudoise Assicurazioni ha realizzato lo scorso anno un utile netto di 126,4 milioni di franchi, in rialzo del 3,4% rispetto all'esercizio precedente. In progressione, nella stessa misura, pure il risultato ordinario prima delle imposte, che si è attestato a 152,8 milioni.

I premi lordi incassati sono scesi a 1,39 miliardi (1,5 miliardi nel 2012): gli affari nei segmenti "non vita" e "vita" sono comunque cresciuti in modo più consistente rispetto alla media del mercato svizzero, indica l'assicuratore in un comunicato.

I premi acquisiti nelle assicurazioni "non vita" sono saliti del 4,2% (745,1 milioni di franchi nel 2013 contro 708,8 milioni dodici mesi prima) in un mercato cresciuto dell'1,4%.

Il settore veicoli a motore, il più importante del portafoglio della Vaudoise, ha fatto segnare un rialzo del 4,2%. Le assicurazioni di persone non vita hanno a loro volta registrato una progressione (infortuni: +2,8%; malattia collettiva: +9,1%). La quota combinata (rapporto sinistri e spese sui premi) si è invece deteriorata (92,4% contro 89,2% l'anno scorso).

Il comparto "vita" ha evidenziato un aumento del portafoglio di prodotti di previdenza a premi periodici del 2,9%, su un mercato svizzero che si è contratto dello 0,1%. Il perdurare dei tassi d'interesse a un livello molto basso ha per contro costretto la compagnia, come l'anno scorso, a mantenere contenuta l'offerta di assicurazioni tradizionali a premi unici.

Per il 2014 il gruppo Vaudoise prevede uno sviluppo dei suoi portafogli superiore all'evoluzione del mercato svizzero nei settori del patrimonio e delle persone non vita.

SDA-ATS