Navigation

GSMN perfeziona acquisizione Ars Medica

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2012 - 11:07
(Keystone-ATS)

Swiss Medical Network (GSMN) ha concluso l'acquisto del Gruppo Ospedaliero Ars Medica (GOAM) e della clinica Obach di Soletta, operazioni annunciate in autunno.

In Ticino l'integrazione delle due cliniche del gruppo, Ars Medica di Gravesano e Sant'Anna di Sorengo, avverrà a fine gennaio, precisa una nota della società vodese. Quest'anno le due strutture dovrebbero generare un volume d'affari superiore a 80 milioni di franchi.

Ars Medica è specializzata nella chirurgia ortopedica e nella traumatologia dell'apparato locomotore. Sant'Anna è fra l'altro nota per il suo importante comparto maternità, con oltre 900 nascite all'anno, e per le discipline legate alla salute femminile. GSMN intende sviluppare le attività del gruppo ticinese rivolgendosi all'Italia del nord.

Al termine della transazione in Ticino, Sogeho, società holding della famiglia del fondatore Ermanno Sarra, tragicamente deceduto in novembre, diverrà il secondo azionista di GSMN con una quota dell'8% circa del capitale, osserva la società vodese in una nota di oggi.

Il perfezionamento dell'acquisizione della clinica solettese avverrà lunedì prossimo. L'attuale cooperativa sarà trasformata in società anonima e integrata nel gruppo GSMN. La struttura ha realizzato lo scorso anno un giro d'affari di 24 milioni di franchi.

Ora il gruppo con sede a Genolier (VD) dispone di una rete di undici cliniche, occupa quasi 2000 persone e si avvale della collaborazione di 1000 medici che seguono il ricovero di 32'000 pazienti all'anno. Il gruppo dovrebbe realizzare quest'anno un fatturato di oltre 300 milioni di franchi.

GSMN ha d'altro canto annunciato la nomina di Romain Boichat quale direttore operativo. Sostituirà Valérie Dubois-Héquet, che assume la carica di direttrice generale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?