Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gettata la spugna sull'ambizioso piano della pace in Medio Oriente, Barack Obama è invece ancora convinto di riuscire a rispettare almeno la prima promessa fatta il giorno del suo insediamento alla Casa Bianca, il 20 gennaio 2009: la chiusura di Guantanamo.

"È assolutamente ancora possibile. È qualcosa su cui stiamo ancora lavorando molto duramente per riuscirci" ha chiarito il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, spiegando che l'amministrazione sta lavorando continuamente per cercare di trasferire nei Paesi d'origine o in altre nazioni i 53 prigionieri non pericolosi, sui 112 ancora rimasti in totale, aggiungendo che alcuni saranno già portati via dalla base nell'enclave cubana entro la fine di quest'anno

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS