Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il comandante della base navale americana di Guantanamo, a Cuba, è stato sollevato dall'incarico, a causa di una "perdita di fiducia" nelle sua "capacità di comando". Lo ha reso noto l'US Navy, aggiungendo che sul conto dell'ufficiale, il capitano John R. Nettleton, è in corso un'indagine dell'NCIS (Naval Criminal Investigative Service).

Secondo quanto riferiscono fonti di stampa, alla base della vicenda ci sarebbe una relazione tra l'ufficiale e una donna il cui marito è stato trovato morto l'11 gennaio. L'uomo, Christopher Tur, un civile così come sua moglie, è stato ritrovato privo di vita nelle acque di Guantanamo Bay dalla Guardia Costiera Usa. La sua scomparsa era stata denunciata dalla moglie il giorno prima.

La relazione tra la donna e il capitano Nettleton sarebbe venuta alla luce nel corso delle indagini avviate dall'NCIS, scrive Nbc News, aggiungendo che anche come comandante della base (sin dal giugno 2012), l'ufficiale non aveva un ruolo nella gestione del supercarcere per presunti terroristi internazionali che ha sede all'interno della struttura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS