Navigation

Guerriglia Londra: 4 anni per pagina facebook pro scontri

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2011 - 15:40
(Keystone-ATS)

Due giovani inglesi, Jordan Blackshaw, 21 anni, e Perry Sutcliffe-Keenan, 22 anni, sono stati condannati a quattro anni di prigione per aver "incitato" agli scontri su facebook. Il legale di Blackshaw, Chris Johnson, ha detto che tutto "è nato per scherzo" e che il suo cliente, insieme ai suoi genitori, è "sotto shock per la sentenza". Tanto è vero che ha già annunciato di voler ricorrere in appello.

Per l'accusa, i due hanno infranto gli articoli 44 e 46 del Serious Crime Act, la legge che sanziona l'istigazione a delinquere. Blackshaw, in particolare, è stato accusato di aver creato la pagina "Smash down in Northwich Town" con l'intenzione di offrire un punto di aggregazione per i riottosi. "Ma non si ha avuto notizia di gente che abbia raccolto l'invito", ha sottolineato Johnson. "Northwich, per quanto ne sappiamo, è rimasta pacifica".

Il giudice, nell'emettere la sentenza, si è augurato che possano fare da "deterrente". Quindi ha elogiato l'operato della polizia. Ma non tutti sono contenti per la risposta esemplare. Tom Brake, deputato LibDem, ha dichiarato che le sentenze dovrebbero "riequilibrare la giustizia" e non avere carattere "punitivo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?