Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il logo dei negozi di abbigliamento H&M

Keystone/EPA/FELIPE TRUEBA

(sda-ats)

Il gruppo svedese di abbigliamento H&M chiude l'esercizio 2015/2016 (terminato a fine novembre) con un fatturato di 223 miliardi di corone, l'equivalente di 25 miliardi di franchi.

Rispetto ai dodici mesi precedenti l'incremento in valute locali si attesta al 7%. Ma la Svizzera è in controtendenza.

Stando a quanto indicato oggi i 98 negozi elvetici hanno incassato 704 milioni di franchi, il 7% in meno. Nella Confederazione il gruppo ha aperto due nuovi punti vendita: un'espansione che può sembrare modesta se comparata alle 427 inaugurazioni di negozi registrate a livello mondiale. La Svizzera è il decimo mercato per H&M e l'unico fra i primi dieci - insieme alla Gran Bretagna - ad aver registrato una contrazione delle vendite.

A livello globale l'utile si è attestato a 18,6 miliardi di corone, (2,1 miliardi di franchi), con una diminuzione dell'11% in confronto all'esercizio precedente.

Quest'anno H&M vuole aprire 430 nuove filiali, accedendo fra l'altro per la prima volta a cinque nuovi mercati: Kazakistan, Colombia, Islanda, Vietnam e Georgia. Il gruppo punta anche molto sulle vendite online.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS