Navigation

H&M, vendite scese del 50% nel secondo trimestre

H&M sta vivendo tempi difficili. KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 giugno 2020 - 11:01
(Keystone-ATS)

Il colosso svedese dell'abbigliamento Hennes & Mauritz (H&M) ha registrato un calo delle vendite del 30% (in valute locali) nei primi 13 giorni di giugno, dopo aver segnato un caduta del 50% nel secondo trimestre, che include maggio, a 26,7 miliardi di corone svedesi.

La somma è equivalente a 2,7 miliardi di franchi).

Mentre l'80% dei negozi della catena svedese di abbigliamento a metà aprile era chiuso per il confinamento legato al Covid-19 in tutti i paesi dove il gruppo è presente, oggi la quota è scesa al 18%. D'altra parte, come i suoi diretti concorrenti - a partire da Inditex (Zara) - H&M ha visto impennarsi l'e-commerce. Le vendite online nel secondo trimestre sono salite del 32%.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.