Navigation

Haiti: appello fondi ONU, già impegno per 260 milioni dlr

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 gennaio 2010 - 12:01
(Keystone-ATS)

GINEVRA - Le Nazioni Unite hanno già ricevuto dai Paesi ed enti donatori impegni di aiuti in favore delle vittime del terremoto ad Haiti per un totale di 268,48 milioni di dollari, afferma una nota pubblicata oggi a Ginevra.
Un appello per lo stanziamento di fondi - per una somma ancora da stabilire - dovrebbe essere lanciato oggi, ma numerosi Paesi ed enti donatori si sono già fatti avanti con i primi fondi ed aiuti materiali.
In particolare gli USA (100 milioni di dollari) e la Banca mondiale (100 milioni), seguiti da Regno Unito (10 milioni), Australia (9,3 milioni), Brasile (5 milioni), Canada (4,8 milioni), UE (4,3 milioni), Spagna (4,3), Paesi bassi (2,9 milioni), Germania (2,17 milioni), Svizzera (1,9), Danimarca (1,9), Finlandia (1,8), Italia (1,46), Cina (1 milione) e Svezia (850'000). Inoltre, la compagnia irlandese di telecomunicazioni Digicel si è impegnata per 5 milioni di dollari e fornirà assistenza per riparare la rete telefonica danneggiata. Si sono inoltre mobilitati la Fondazione delle Nazioni Unite ed il Fondo d'emergenza dell'ONU.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.