Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le vittime e i malati di colera ad Haiti potrebbero essere molti di più del previsto e delle cifre ufficiali. Secondo uno studio pubblicato su Lancet, invece di 400mila persone, le persone colpite potrebbero arrivare a circa il doppio, 800mila, in un anno.

L'Organizzazione mondiale della sanità sostiene che va fatto tutto il possibile per contenere l'epidemia e che i calcoli potrebbero non essere accurati. Tra ottobre e dicembre 2010 circa 150mila persone ad Haiti hanno contratto il colera, e ne sono morte circa 3500. Le Nazioni Unite avevano previsto che il numero totale dei malati sarebbe potuto arrivare a 400mila, ma secondo i ricercatori dell'università della California il numero è decisamente sottostimato. Sono convinti che entro la fine di novembre 2011 il numero di malati potrebbe arrivare a 779mila e a 11mila i decessi.

"L'epidemia non durerà poco - spiega Sanjay Basu, uno dei ricercatori - e sarà molto più vasta e lunga delle previsioni iniziali. Migliaia di vite potrebbero essere salvate con la fornitura di acqua pulita, vaccinazioni e antibiotici". Le ultime cifre dell'Oms al 10 marzo mostrano che ci sono stati 252.640 casi di colera e 4.672 morti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS