Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Oltre 480mila persone hanno lasciato la capitale di Haiti, Port-au-Prince, e sono giunte nelle regioni periferiche dopo il terremoto del 12 gennaio scorso: circa il 90% di questi sfollati - hanno riferito le Nazioni Unite oggi a Ginevra - soggiorna presso parenti o amici.
Il governo di Haiti ha fatto una nuova valutazione del numero dei terremotati che hanno lasciato la capitale, stimato a 340mila lo scorso 29 gennaio, precisa l'Onu.
In seguito all'arrivo degli sfollati, i prezzi dei beni di base, come il riso o lo zucchero, sono aumentati. "Le famiglie che hanno accolto i terremotati hanno urgente bisogno di sostegno", ha detto ancora l'Ufficio dell'Onu per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha).
Secondo una valutazione dei soldati della Minustah, la forza dell'Onu a Haiti, la popolazione nei dipartimenti del Sud, di Grand Anse, Nippes e Central Plateau è cresciuta del 15-20%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS